13 consigli per organizzare un viaggio in Cina da soli

Cose da sapere prima di un viaggio in cina

Organizzare un viaggio in Cina “fai da te” è sicuramente più complesso rispetto alle destinazioni occidentali o anche rispetto a quelle più popolari dell’Asia come Thailandia o Giappone. Naturalmente questo non significa che sia infattibile ma bisogna pensare ed organizzare diverse cosette prima di partire.
Il mio consiglio è di muoversi per tempo, soprattutto per le questioni volo, requisiti ingresso nel paese e treni (se li utilizzerete).

Documenti per l’ingresso

Prima di pianificare un viaggio in Cina è indispensabile conoscere i requisiti per l’ingresso. Per farlo vi consiglio di leggere con attenzione il sito ministeriale viaggiaresicuri.it
Non cercate queste informazioni in forum, chat o blog. Leggetele da fonti ufficiali.

Voli e biglietti aerei per la Cina

Aspetta viaggiatore! Non dimenticare la polizza!

Non dimenticare di portare in viaggio un’ottima assicurazione multi-rischio: bastano pochi secondi per un preventivo che può letteralmente salvarti la vita. E costa meno di quello che pensi!
Frontier è solida, sicura ed italiana

I voli per la Cina sono mediamente economici, soprattutto se si viaggi fuori dalle loro e dalle nostre festività principali. Considerate una spesa media che si aggira tra i 450 ed i 650€ per un periodo di media stagione con voli diretti o con scalo. Se arrivate a Pechino o Shanghai di solito ha buone tariffe la Air China, compagnia di bandiera cinese con cui ammetto di non aver mai volato. La China Southern è per me una buona compagnia mentre la China Eastern è spesso super conveniente per Shanghai (e non solo).
Chi vola su Hong Kong ha la loro Cathay Pacific, compagnia ottima che però ha solitamente delle tariffe proibitive.

Un ottimo portale dove cercare voli per la Cina è

Quanto tempo prima acquistare il volo per la Cina?

Questa è la solita complicata domanda. Non c’è un periodo ideale, soprattutto se non vi interessa un volo in particolare. Se siete sicuri di andare e trovate una buona offerta per prezzo e comodità vi consiglio di prenderla e via. Chi, per qualche ragione, è costretto ad acquistare all’ultimo può comunque trovare buone offerte, visto il sostanzioso numero di compagnie cinesi [occhio all’eventuale questione visto] Però vi sconsiglio di affidarvi volontariamente e senza ragioni di forza maggiore al cosiddetto last minute: le offerte dell’ultimo minuto esistono anche ma chi vuole utilizzarle deve essere pronto a viaggiare dove lo porteranno proprio queste offerte.

Hotel in Cina

Altra cosa da definire con anticipo sono gli hotel. Non tutte le strutture alberghiere possono ospitare stranieri in Cina, quindi affidatevi a broker come booking.com o trip.com (il portale Trip.com, di Singapore, è uno specialista per la Cina).
La stragrande maggioranza degli hotel ha cancellazione gratuita (e spesso paga in struttura) quindi appena iniziate a definire l’itinerario prenotate gli hotel, soprattutto nelle destinazioni più gettonate dal turismo.

Evitate sempre di andare in Cina durante le loro festività più importanti, se proprio non potete evitarlo prenotate tutto con larghissimo anticipo perché sarà un caos.

Alloggiare in Cina può costare abbastanza (un bell’hotel in ottima zona nel Bund di Shanghai) o anche molto poco. Tra le destinazioni che ricordo più economiche (dove sono stato) c’è Xi’An ma anche tutto lo Yunnan e il Sichuan.

Treni in Cina

Se desiderate spostarvi nell’ambito di un viaggio organizzato autonomamente, il treno è senza dubbio una delle soluzioni migliori. Sono veloci, comodi, puliti ma sicuramente non troppo economici.
Dovrete pensarci per tempo perché, soprattutto nei periodi di maggior afflusso turistico (considerate sempre anche il turismo interno), i treni si riempiono con estrema facilità. Soprattutto per gli spostamenti a medio e lungo raggio non è pensabile acquistarli direttamente in loco.
I biglietti vengono messi in vendita online sul sito delle ferrovie cinesi 15/30 giorni prima ma devi essere residente in Cina (e /comprendere il cinese) per poterli acquistare.

La soluzione è quella di rivolgersi ad agenzie online che faranno l’acquisto per te, dei veri e priori intermediari.

Ad esempio, andando nella sezione “treni” di Trip.com potrete acquistare i biglietti dei treni già disponibili per l’acquisto o prenotare la prelazione per quelli che devono uscire.
Se il biglietto non è ancora uscito, pagherete l’importo del biglietto e l’agenzia cercherà quindi di acquistarlo nel giorno in cui c’è la pubblica vendita. Se ci riesce vi invia il biglietto, se non riesce vi proporrà delle alternative o vi rimborserà quando avevate pagato.

Questo vale per Trip.com e per tutte le altre agenzie.

Assicurazione viaggio

Beh, questa non poteva certo mancarmi! Non viaggiate in Cina senza assicurazioni, sarebbe una scelta assolutamente da pazzi.
Una buona assicurazione sanitaria viaggio per la Cina, come la nostra Frontier, fornisce una copertura sicura e fondamentale durante il vostro viaggio in Cina.

Ricordo che tutte le spese mediche sono a carico del paziente e hanno costi molto alti. Inoltre è da pazzi non avere copertura per spostamenti sanitari anche interni al paese o addirittura rimpatri sanitari.

cose da sapere sulla cina

Definite le gite ed escursioni prima di partire

Viaggiare in libertà senza troppi schemi fissi piace a molti. Però forse non è consigliabile quando si va in Cina, soprattutto se è la vostra prima volta in questo meraviglioso paese.
Definite bene cosa volete vedere, come ci si arriva, se vale la pena prenotare dei tour prima di partire ecc.. (esempio, per la Città Proibita consiglio di acquistare il biglietto prima di partire). Volete visitare la Grande Muraglia? Bene, capite quale tratto volete vedere, come ci arrivate, quanto vi costerà ecc…

Cercate di non lasciare al caso gli spostamenti (es. aeroporto – città o stazione – città) e di avere ben chiaro il da farsi. Senza paranoie e senza paura!

Denaro in Cina

Questione molto rilevante è quella relativa al denaro. Fino a pochi anni fa non c’era altra soluzione che partire con una buona quantità di contante o ritirare agli ATM delle banche internazionali presenti nelle città. Le carte di credito occidentali come Visa, Mastercard o American Express sono difficiilmente accettate, anche negli hotel (fatta eccezione per Shanghai).

Solo cash quindi con la noia di dover trovare le banche che permettono il prelievo alle carte occidentali.
Oggi ci sono soluzioni ottime come Alipay e WeChat pay (due app di cui parliamo più avanti). Ovviamente evitate di girare con zero contanti, le app potrebbero non funzionare sempre a dovere. Comunque nel mio ultimo viaggio mi è capitato solo una volta di dover pagare per forza in contanti, alla metro di Chongqing dove le app non hanno funzionato poiché non veniva accettata la carta italiana collegata.

VPN

Come saprete in Cina sono bloccati dal “grande firewall” tutti i servizi di Google (mappe e gmail compresi) ed i vari social network come Facebook, Instagram, … Anche Skype, WhatsApp e Telegram non possono essere usati.
Brutto colpo, soprattutto per chi come me lavora online e per tutti quelli che vorrebbero restare in contatto con parenti, amici e colleghi. Inoltre viaggiare senza Google Map e Google Ricerca come angeli custodi può essere preoccupante.

Ad aiutarci ci sono i cosiddetti servizi di VPN: sono delle app che si installano nello smartphone e che permettono di accedere a questo servizio il quale maschera il vostro indirizzo ip. In parole povere “farà credere alla vostra sim” (perdonate la spiegazione altamente non tecnica) che non vi trovate Cina ma ad esempio in Corea del Sud o in Giappone, facendovi così accedere a tutto!

Ci sono tanti provider, molti a pagamento, altri gratis. Io ho scelto due provider a pagamento (per sicurezza), mi sono installato WeChat (ovviamente funzionante in Cina) e ho acquistato una eSim (per chi ha il telefono compatibile) prima di andare. Mia moglie ha acquistato una sim fisica direttamente in Cina
Informatevi su quale sia la VPN migliore al momento e se partite in più persone non acquistate tutti la stessa in modo da dividere il rischio.
Comunque tenete in considerazione che possono avere qualche problema ogni tanto.

Mi raccomando di provvedere al VPN prima di partire, una volta in Cina anche PlayStore/App Store è bloccato!

App Utili per un viaggio in Cina

Oltre a quelle che si usano di solito come GoogleMap, Google Translate ecc (che come sappiamo è bloccato senza un VPN), segnalo una serie di App che possono davvero svoltarvi il viaggio

WeChat

La versione cinese di WhatsApp può essere utilissima, non solo per comunicare ma anche e soprattutto per pagare.
Potete collegare la vostra carta di credito all’app e pagare tramite QrCode, come fanno tantissimi cinesi, evitando così di dover peregrinare in giro per le città a caccia di ATM internazionali.

VI devo però anticipare che molti, me compreso, hanno enormi e sconosciuti problemi ad installare l’app e la funzione di pagamento tramite carta. Se ci riuscite è un modo veloce per pagare praticamente chiunque ed ovunque.

Alipay

Altra app utilissima per pagare è Alipay. Scaricatela e configuratela prima di viaggiare. Ho potuto pagate con Alipay nel 99% dei casi (anche nelle mini bancarelle degli ambulanti).
Da Alipay si ha il collegamento con DiDi, l’equivalente cinese dell’Uber che può essere molto molto comodo e molto economico!

Maps.me

Come alternativa a google maps, se questo dovesse avere problemi, direi di scaricare maps.me ed effettuare il download della mappe di interesse prima di andare. Può aiutarvi sicuramente anche se non è una vera e propria app di navigazione.

MetroMan

Un’app con tutte le metropolitane delle città più grandi della Cina: perfetta per calcolare spostamenti e prezzi

Adattatore corrente elettrica

Per stare tranquilli portate un adattatore di quelli con più prese diverse. Spesso non vi servirà.

Avere nomi di hotel, stazioni o aeroporti in cinese

Se portate con voi (anche sullo smartphone) i nomi di hotel, stazioni, aeroporti in cui già sapete che dovrete recarvi anche in logogrammi cinesi avrete molta meno difficoltà a chiedere indicazioni o a indicare la destinazione ai tassisti. Trovare persone che parlano inglese in Cina è molto più complicato di quanto di possa pensare!
Se utilizzate DiDi per i taxi eviterete di dover comunicare con il tassista.

Viaggiare durante le festività cinesi?

Sarebbe meglio di no: c’è folla ovunque, tante attrazioni sono chiuse e gli hotel si riempiono subito. Se potete evitare di viaggiare durante le loro festività sarebbe meglio!
Principali festività:

  • Capodanno (nostro)
    Capodanno Cinese, dipende dai cicli lunari (tra gennaio e febbraio)
    Giornata degli Antenati, 4 o 5 aprile
    Festa dei Lavoratori, 1 maggio
    Festa Nazionale, 1-7 ottobre
cosa portare in viaggio in cina

Mascherina anti-smog

Le grandi metropoli cinesi sono tutte accomunate da un enorme problema: l’inquinamento atmosferico. Pechino detiene sicuramente il primato di città più inquinata, passeggiare in città per un giorno equivale a fumarsi 25 sigarette.
Controllate lo stato dell’inquinamento atmosferico (anche con l’app Air Visual) e magari valutate la possibilità di portare con voi una mascherina anti-smog.

PowerBank

Una delle cose più strane che ho avuto modo di apprendere è la rigida politica di ingresso e imbarco in aereo delle comuni powerbank. Devono avere chiaramente riportata la capacità e la potenza deve essere ≦100 Wh/2 g (mentre per quelle 101-160 Wh/2-8 g serve l’approvazione dell’operatore).
Chiaro è che in Cina non sarà comunque difficile reperire una nuova powerbank!