Cosa vedere a Hanoi: le migliori attrazioni

cosa vedere a Hanoi

Capitale del Vietnam, Hanoi è una città ricca di luoghi da vedere e da frequentare, in grado di alimentare un fitto flusso turistico che, anno dopo anno, attira sempre più visitatori dal nostro Paese.

Cerchiamo allora di comprendere quali siano le principali cose da vedere e da fare qui e, ancora prima, quali siano le precauzioni da prendere per viaggiare in sicurezza verso questa destinazione.

Aspetta viaggiatore! Non dimenticare la polizza!

Non dimenticare di portare in viaggio un’ottima assicurazione multi-rischio: bastano pochi secondi per un preventivo che può letteralmente salvarti la vita. E costa meno di quello che pensi!
Frontier è solida, sicura ed italiana

Viaggiare in sicurezza a Hanoi

Il livello di assistenza sanitaria in Vietnam non è certamente al livello degli standard europei, sebbene ad Hanoi esistano ospedali privati che possono fornire comunque un supporto di livello sufficiente, a pagamento. A queste strutture sarà dunque possibile rivolgersi in caso di necessità, anche se le tariffe sono piuttosto alte e devono essere corrisposte in anticipo.

Ponte Long Biên hanoi
Il suggestivo Ponte Huc

Proprio per questo motivo è fortemente raccomandabile stipulare un’assicurazione viaggio prima della partenza, che preveda la copertura delle spese mediche e l’eventuale rimpatrio aereo sanitario, o il trasferimento in un altro Paese del paziente. Il costo di un’assicurazione sanitaria viaggio in Vietnam ha un premio fortemente contenuto e può dunque rendere molto più sereno il proprio spostamento in questa località. 

Cosa vedere a Hanoi

Hanoi ha tante cose da vedere e la buona notizia è che la maggior parte delle attrazioni si trova a poca distanza l’una dall’altra, come avviene nel caso del villaggio di Nghi Tam, vicino al Lago Occidentale. Proviamo allora a vedere in modo più dettagliato quali siano le principali attrazioni! 

Lago di Hoan Kiem

Il Lago di Hoan Kiem è uno dei luoghi più panoramici da visitare ad Hanoi: il lago offre infatti un momento di relax dal ritmo caotico e frenetico della città, costituendo dunque una piacevole parentesi per tutti coloro i quali hanno necessità di staccare un po’ dalla folla e dal rumore.

lago Hoan Kiem
Lago di Hoan Kiem

Il lago ha anche una curiosa vicenda che lo riguarda. La leggenda racconta infatti che quando Le Loi vinse la battaglia contro i cinesi Ming, divenne re. Mentre navigava di ritorno dalla battaglia, incontrò una tartaruga gigante al centro del lago, che gli disse che ora che la pace era stata ristabilita nella nazione, la spada con cui aveva vinto doveva essere restituita al Dio delle acque. La spada fu dunque resa e, da quel momento, la superficie di questo specchio lacustre si illuminò di una luce radiosa.

L’area è aperta tutti i giorni dalle 12 alle 24. 

Quartiere Vecchio

Il Quartiere Vecchio è uno dei principali luoghi storici di Hanoi. Anche se gradualmente modernizzato, è ancora oggi in grado di infondere ai visitatori l’aria e i sentori di un tempo, con un buon mix di negozi antichi, spazi verdi, architettura tradizionale vietnamita e street food tipico della zona.

quartiere vecchio hanoi
Una strada del Quartiere Vecchio di Hanoi

Noto anche come 36 Pho Puong (36 strade), il Quartiere Vecchio è un vero e proprio gioiello culturale vietnamita, conservando in parte il fascino dei primi del XIII secolo, quando venne costruito. Sarà un piacere perdersi tra i suoi vicoli stretti, i templi, l’architettura coloniale e i negozietti classici dell’epoca.

Ricordiamo inoltre che la zona ospita alcuni luoghi simbolo cittadini come il lago Hoan Kiem, il tempio di Ngoc Son e il teatro delle marionette sull’acqua di Thang Long.

Mausoleo di Ho Chi Minh

Il Mausoleo di Ho Chi Minh è uno dei luoghi più attrattivi e imponenti di tutta Hanoi. Si tratta infatti di un monumento in marmo che è dedicato al padre fondatore del Vietnam, Ho Chi Minh: in suo onore venne infatti edificato un mausoleo gigantesco, una meraviglia architettonica per la cui realizzazione vennero coinvolte materie prime provenienti da tutto il Paese.

mausoleo ho chi minh
Mausoleo a Ho Chi Minh

All’interno dell’edificio è ancora oggi custodito il corpo di Ho Chi Minh, in un sarcofago di vetro. Completato a metà degli anni ’70, è divenuto ben presto non solo il simbolo del rispetto e dell’ammirazione nei confronti di Ho Chi Minh, ma anche un segno dell’indipendenza e dello sviluppo del Vietnam.

Si può visitare tutti i giorni tra le 7.30 e le 10.30 (fino alle 11 nei fine settimana). L’edificio rimane però chiuso tra ottobre e novembre perché il corpo di Ho Chi Minh viene inviato in Russia per le attività necessarie alla sua conservazione.

Tempio della Letteratura

Fondato nel 1070 dall’imperatore Le Thanh Tong, il Tempio della Letteratura fu istituito come Università dedicata a Confucio, divenendo la prima del Paese. Inizialmente riservata ai soli figli delle famiglie nobili, nel 1442 la struttura si allargò alla frequentazione di tutti gli abitanti.

Oggi il Tempio è uno dei luoghi classici da visitare ad Hanoi, trasformato in un luogo di studio e di contemplazione. Al suo interno si trovano giardini, stagni, sale e cinque cortili, che fungono altresì da pittoreschi scenari per la celebrazione delle lauree degli studenti. 

Il Tempio della Letteratura (l’edificio che compare anche sulle banconote del Vietnam) è aperto tutti i giorni dalle 8 alle 16.30.

Pagoda a pilastro unico

La Pagoda a pilastro unico è un tempio buddista tra i più noti di Hanoi e di tutto il Vietnam. La struttura è considerata una delle due pagode più emblematiche di tutto il Paese insieme alla Pagoda dei profumi, complesso di templi buddisti situato all’estremità meridionale della provincia di Hanoi, a circa 60 km dalla capitale del Vietnam.

Pagoda a pilastro unico

La pagoda, risalente al regno dell’imperatore Lý Thái Tông, è stata oggetto di restauro in epoca coloniale grazie all’intervento dell’École française d’Extrême Orient. Nel 1954, alla partenza dei francesi dall’ormai ex-Indocina francese, la pagoda è stata purtroppo al centro di un attentato che ne ha danneggiato la struttura.

Museo di Etnologia del Vietnam

Il Museo di Etnologia del Vietnam è una struttura che ospita una ampissima collezione di manufatti di varia natura, dall’arte tribale agli oggetti d’uso relativi alle minoranze etniche del Vietnam. Vero paradiso per tutti gli appassionati di antropologia, è altresì di facile fruizione grazie alla disponibilità di materiale informativo in più lingue.

Da visitare pressoché obbligatoriamente nella propria esperienza di viaggio ad Hanoi, il museo si estende per aree espositive interne ed esterne, offrendo così un’esplorazione completa del ricco patrimonio culturale del Paese. Al suo interno sarà possibile trovare una vasta gamma di manufatti come costumi tradizionali, oggetti di artigianato, utensili, strumenti musicali che rappresentano i costumi e gli stili di vita delle comunità etniche.

Nell’area esterna del museo sarà possibile visitare delle case tradizionali di diverse minoranze etniche, ricostruite a grandezza naturale per permettere a tutti i visitatori di vivere in prima persona la vita quotidiana di queste comunità.

Il museo è visitabile tutti i giorni dalle 8.30 alle 17.30.

Teatro dell’Opera di Hanoi

Costruito nel 1911, il Teatro dell’Opera di Hanoi è uno dei più celebrati punti di riferimento architettonici e culturali da visitare in città. Situato molto vicino al lago Hoan Kiem, ha una struttura simile al Teatro dell’Opera di Parigi. Difficile non innamorarsi dei suoi esterni e dei suoi interni, in cui è possibile assistere a spettacoli di varia natura.

teatro dell'opera hanoi
Esterno del Teatro dell’Opera di Hanoi

Il Teatro è anche un simbolo culturale di tutta la nazione, una testimonianza della sua storia e del patrimonio architettonico del Paese. Costruito all’inizio del XX secolo, durante il periodo coloniale, questo maestoso edificio presenta una fusione di design neoclassico francese con motivi tradizionali vietnamiti. Situato nel cuore del quartiere francese di Hanoi, il Teatro è una meraviglia architettonica che merita di essere ammirato. 

Mercato di Dong Xua

Il mercato di Dong Xua è struttura commerciale costruita originariamente dai francesi nel 1889, e successivamente ricostruita negli anni ’90 dopo l’incendio che lo danneggiò gravemente, nel 1994. Oggi copre una vasta area che è suddivisa in diverse zone.

Come avviene tradizionalmente in molti mercati asiatici, infatti, abbiamo un primo mercato umido al piano terra, mentre abbigliamento e altri beni si trovano ai piani superiori. È anche possibile trovare alcuni tipici negozi di souvenir, anche se non è questo il pezzo forte del mercato. 

Piuttosto, la ragione che spinge molti visitatori in questa zona è quella di ammirare l’esperienza di un tipico mercato vietnamita, piuttosto che per acquistare effettivamente qualcosa, anche se l’area ristorazione rimane pur sempre un’opzione popolare anche per i turisti. 

Nel fine settimana il mercato cambia vita e ospita spettacoli serali.

Museo delle Belle Arti del Vietnam

Il Museo delle Belle Arti del Vietnam è uno dei luoghi più eccezionali da visitare in tutta la città. Ospitato in due edifici, precedentemente utilizzati dal Ministero dell’Informazione francese, ospita le antiche sculture in pietra di Champa e le effici di Quan Am.

Il museo è ricchissimo di tesori e consente di ammirare le statue dei monaci buddisti della dinastia Tay Son, oltre a una vasta collezione di dipinti popolari e contemporanei.

Aperto tutti i giorni dalle 9.15 alle 17, è certamente uno dei posti culturali più importanti del Vietnam.

Ponte Long Biên

Il ponte Long Biên, o ponte Paul Dromer, è un ponte a sbalzo che collega i distretti di Long Bien e di Hoan Kiem, ad Hanoi, permettendo il passaggio di una linea ferroviaria che collega il Nord e il Sud del Vietnam e consentendo ai treni di superare il fiume Rosso dopo la stazione ferroviaria della capitale vietnamita, per continuare poi verso Lao Cai, la regione dello Yunnan in Cina o la città portuale di Haiphong sul gonfo del Tonchino. 

La lunghezza totale del ponte è di circa 1.682 metri, con un’altezza di 13,5 metri a una larghezza di 30 metri. Il ponte fu anche il primo in acciaio ad attraversare il fiume Rosso, poggiando – a circa metà della sua lunghezza – sull’isolotto fluviale di Phu Xua.

Ricordiamo che il ponte fu costruito all’epoca dell’Indocina francese, e che i lavori, iniziati nel 1898, terminarono dopo quattro anni. L’inaugurazione avviene però solamente nel 1903 ad opera di Paul Doumer (di qui, lo storico nome del ponte, oramai però superato) e dal nuovo governatore Paul Beau in presenza del sovrano. L’attuale nome Long Bien è stato attribuito a metà degli anni ’50 dal governo comunista, in riferimento al nome dell’antica capitale tonchinese.

Il ponte venne bombardato durante la guerra del Vietnam in qualità di obiettivo strategico. Ricostruito, oggi il ponte è utile solo al traffico ferroviario e pedonale, mentre il traffico automobilistico è servito da altri ponti più recenti.

Prigione di Hoa Lo

La prigione di Hoa Lo è un antico carcere, non più utilizzato. Venne originariamente usato dai coloni francesi in Vietnam per detenere i prigionieri politici. In seguito, fu fruito dal Vietnam del Nord per incarcerare i prigionieri di guerra durante il conflitto del Vietnam. Negli anni ’90 il carcere fu demolito, ma una parte (la portineria) è ancora integra ed è divenuta un museo. 

Piccola curiosità storica: è qui che venne imprigionato l’ex senatore statunitense repubblicano John McCain, candidato nel 2008 alla presidenza degli Stati Uniti. Prima della sua carriera politica, infatti, McCain fu impiegato nella marina militare: mentre era in missione su Hanoi, nell’ottobre 1967, venne abbattuto con il suo aereo. Ferito e catturato dai nordvietnamiti, rimase loro prigioniero fino al 1973.

Lago dell’Ovest

Il Lago dell’Ovest è uno dei più grandi laghi artificiali del Paese. Esteso per 17 chilometri, ha un ingresso incredibilmente panoramico. Ci si può qui riposare e ristorante in uno dei locali galleggianti presenti, o noleggiar una barca da condurre in autonomia nelle placide acque del lago.

Il Lago dell’Ovest è sicuramente uno dei luoghi più belli da visitare in tutta Hanoi: dai ristoranti più raffinati ai cafè boutique, passando per gli alberghi che lo costeggiano, non si farà certamente fatica nell’innamorarsi di questa area.