Cosa vedere in Islanda: le attrazioni da non perdere

cosa vedere islanda

Da tempo l’Islanda è considerabile come una destinazione turistica di tendenza e… per più di qualche buona ragione: i suoi paesaggi mozzafiato, la sua ricca storia e la sua cultura così dinamica garantiscono infatti all’Islanda la possibilità di offrire ai viaggiatori esperienze davvero uniche. 

Peraltro, le sue attrazioni uniche nel loro genere la rendono una meta imperdibile per i turisti di tutto il mondo più attenti all’ambiente. Potevamo forse non fare a meno di occuparci anche di questo straordinario Paese?

Aspetta viaggiatore! Non dimenticare la polizza!

Non dimenticare di portare in viaggio un’ottima assicurazione multi-rischio: bastano pochi secondi per un preventivo che può letteralmente salvarti la vita. E costa meno di quello che pensi!
Frontier è solida, sicura ed italiana

Viaggiare in sicurezza in Islanda

L’Islanda è ritenuto un Paese piuttosto sicuro da visitare, sotto il profilo sanitario. Non sono infatti previste vaccinazioni obbligatorie, né particolarmente consigliate. Il livello qualitativo delle strutture sanitarie locali è considerato molto buono e l’assortimento dei prodotti sanitari da banco è soddisfacente. 

Sebbene non si segnalino delle criticità sanitarie, è comunque sempre utile stipulare un’assicurazione sanitaria viaggio per l’Islanda, che possa prevedere la copertura delle spese mediche e l’eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in altro Paese, non coperti dalla Tessera Europa Assicurazione Malattia (TEAM).

Unassicurazione viaggio per l’Islanda potrebbe inoltre essere utile per tutelarsi contro le non rarissime conseguenze determinate dalle caratteristiche vulcaniche dell’isola, contraddistinta da fenomeni tellurici che potrebbero comportare problemi nei collegamenti. 

Cosa vedere in Islanda

L’Islanda è una terra ricchissima di cose da fare, con un’enorme varietà di esperienze disponibili che garantisce a tutti i turisti un’ampia scelta di cose da fare durante il viaggio.

Il modo migliore per viaggiare in Islanda è noleggiare un’auto perché in questo modo sarà più facile raggiungere tutti i luoghi che si desidera vedere e provare le esperienze che più aggradano.

In ogni caso, i trasporti locali sono sufficientemente attrezzati per garantire a ogni viaggiatore la possibilità di raggiungere le principali destinazioni in modo sufficientemente confortevole, tranne che non si tratti di un’escursione particolarmente impervia.

Tutto ciò premesso, nelle prossime righe abbiamo cercato di riassumere quali sono le principali cose da vedere e fare in Islanda, per assicurarsi un viaggio indimenticabile!

Reykjavik

La prima cosa da vedere in Islanda è certamente Reykjavík, considerato che probabilmente è qui che si arriverà una volta sbarcati nel Paese: centro cittadino di cultura e arte, dispone di numerosi musei, gallerie e locali musicali da esplorare e vivere giorno e notte. La città è di fatti nota anche per la sua vivace vita notturna, con molti bar e club aperti fino alle prime ore del mattino. 

Reykjavik islanda
La capitale

Per il resto, è indubbio che la città offra splendide viste sul paesaggio naturale circostante, dalle montagne all’Oceano. Per il suo posizionamento è dunque il luogo di partenza ideale per ogni esplorazione. 

Cascata di Gullfoss

La cascata di Gullfoss è una delle cascate più conosciute di tutta l’Islanda. Sitata nella parte orientale del Golden Circle, conquista ogni anno tantissimi turisti grazie al suo getto impressionante e al paesaggio circostante.

Cascata di Gullfoss
La Cascata di Gullfoss

In realtà, però, a uno sguardo attento non sarà certo arduo comprendere che la cascata di Gullfoss è, in realtà, una doppia cascata, con 109 metri cubi di acqua al secondo di portata. La prima delle due cascate è situata nella parte lata e raggiunge gli 11 metri, ma una volta superata la prima cascata ci si trova dinanzi alla seconda, con un’altezza di 20 metri, per un totale di 31 metri di altezza di escursione.

La zona dei Geyser

È indubbio che uno dei motivi per cui l’Islanda è nota in tutto il mondo sia determinato dalla presenza della zona dei Geyser, posizionata a sud ovest dell’isola.

Oltre al grande Geyser, che è oramai quasi inattivo, la vallata è caratterizzata dalla presenza di molti altri crateri di acqua bollente, il più celebre dei quali è lo Strokkur, un geyser che soffia acqua cada a quasi 30 metri di altezza.

Skógafoss

Situata sulla parte meridionale, Skógafoss è un’imponente cascata che si getta per 60 metri in uno specchio d’acqua sottostante. Alimentata dal fiume Skógá, che nasce da due ghiacciai, l’Eyjafjallajökull e il Mýrdalsjökull, la cascata permette ai fortunati visitatori di salire una ripida scala sul suo lato per arrivare in cima e godersi, come intuibile, una fantastica vista sul paesaggio circostante. 

Skógafoss islanda
Skógafoss, un’altra spettacolare cascata islandese

Per i più avventurosi c’è anche la possibilità di fare un’escursione lungo il fiume Skógá per esplorare tutta la zona. C’è anche il vicino Museo Skógar, dove conoscere l’affascinante passato dell’Islanda e vedere le tradizionali case di un tempo. 

Spiaggia nera di Reynisfjara

Tra i luoghi più misteriosi dell’Islanda (Paese che, peraltro, abbonda in tal senso!) c’è sicuramente la spiaggia nera di Reynisfjara, una spiaggia dal colore scuro, spesso avvolta dalla nebbia, dominata da faraglioni che svettano imponenti e da una scogliera di colonne di basalto.

La Spiaggia Nera Reynisfjara
La spiaggia nera di Reynisfjara

La spiaggia si trova a circa 180 km da Reykjavik, nei pressi del villaggio di Vik, e deve il suo colore al fatto di essere completamente ricoperta da una sabbia generata dalla cenere e dai detriti di origine vulcanica prodotti dall’erosione. Uno scenario straordinario, reso ancora più unico dalla scogliera di pilatri basaltici a base esagonale che sorge alle sue spalle, e dai due faraglioni che spuntano dal mare, chiamati Reynisdrangar.

Ghiacciaio Vatnajökull

Il ghiacciaio Vatnajökull, situato nell’omonimo parco naturale posizionato nel sud-est del Paese, è una meraviglia naturale che copre un’impressionante area di oltre 14.000 chilometri quadrati, rendendolo così il più grande parco nazionale d’Europa. 

Il parco è ben noto e apprezzato per garantire a tutti i visitatori un aspetto che difficilmente si dimenticherà: il paesaggio di ghiacciai, montagne, valli e fiumi lo rende infatti un paradiso per gli amanti della natura e delle avventure all’aria aperta. 

Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO, è una tappa obbligata per chiunque visiti l’Islanda, con evidente e particolare riferimento all’attrazione principale, il più grande ghiacciaio d’Europa, che copre un’area di oltre 8.100 chilometri quadrati. Uno spettacolo davvero impressionante visitabile mediante tour guidati che accompagnano i viaggiatori all’esplorazione di grotte di ghiaccio naturali o nel canyoning sotto il ghiacciaio.

Area geotermale di Namaskard

Námaskard è una zona islandese molto famosa, contraddistinta dal ripercorrersi di fenomeni geotermici e solfatari, con acqua mista al fango che in alcuni casi raggiunge anche i 100 gradi di temperatura. 

Area geotermale di Namaskard

Situata vicino al versante orientale del Monte Namajall, a est del Lago Myvatn, permette ai visitatori di ammirare un ambiente davvero emozionante, che non mancherà di farsi fotografare e, soprattutto, immortalare dalle menti dei viaggiatori.

Cascata di Dettifoss

La cascata di Dettifoss è una delle principali attrazioni dell’Islanda: posizionata nella parte nord-orientale del Paese, è la cascata con la maggiore “forza” in Europa, grazie anche a un’altezza di oltre 44 metri e una larghezza di 100 metri, con un enorme volume d’acqua che scorre impetuoso. La cascata è alimentata dal fiume Jökulsá á Fjöllum, che sgorga dall’imponente ghiacciaio Vatnajökull ed è contraddistinta da un particolare colore grigio-blu dovuto allo scioglimento dei ghiacciai. 

Ai visitatori è consentito arrivare fino al bordo della cascata e sentire così la potenza dell’acqua che si infrange nel canyon sottostante. Anche il paesaggio circostante è particolarmente suggestivo, con rocce vulcaniche nere e scogliere che creano un netto contrasto con l’acqua bianca. 

Arrivare a Dettifoss richiede però un po’ di difficoltà: c’è un cammino non agevole che bisogna fare, ma stai pur certo che ne varrà al pena. Anche durante il tragitto, peraltro, i panorami sono stupefacenti!

Laguna glaciale di Jökulsárlón

Come risulta ben evidente dalla nostra guida, le principali attrazioni dell’Islanda sono prevalentemente legate al ghiaccio. Non fa eccezione Jökulsárlón, meta imperdibile che lascia senza fiato tutti i viaggiatori, grande laguna glaciale che si trova nel sud-est dell’Islanda ed è ampiamente conosciuta per la sua bellezza naturale e le sue caratteristiche uniche. 

Laguna glaciale di Jökulsárlón islanda
Ghiaccio sulla laguna glaciale di Jökulsárlón

La laguna è infatti piena di iceberg che si sono staccati dal grande ghiacciaio Breiðamerkurjökull, parte del complesso del Vatnajökull: grandi diversi metri, galleggiano nelle acque glaciali della laguna creando un paesaggio in continua evoluzione. 

Per vivere al meglio questa avventura, ai visitatori è sempre consigliato di fare un tour in barca o farsi guidare lungo la riva per godersi la vista mozzafiato.  

Ricordiamo inoltre che Jökulsárlón ospita una vasta gamma di animali selvatici, tra cui foche e varie specie di uccelli, rendendolo così un luogo perfetto per gli amanti della natura. Nel complesso, si tratta di una meraviglia naturale eccezionale!

Kirkjufell

Kirkjufell è una caratteristica montagna che si erge sopra la città di Grundarfjörður, nella penisola di Snæfellsnes. Alta 463 metri, si erge sopra il villaggio di pescatori e fa parte delle più esclusive liste delle montagne più belle del mondo: basta recarsi in loco per capire perché! 

Kirkjufell islanda
Kirkjufell, uno dei luoghi più celebri d’Islanda

Kirkjufell è anche la montagna più fotografata in Islanda, sia dai professionisti che dai fotografi dilettanti. La sua posizione isolata e il modo in cui sembra sorgere dall’oceano non hanno bisogno di particolari spiegazioni.

Purtroppo, arrivare verso la cime della montagna non è semplicissimo, perché il percorso un po’ ostico. Meglio inoltre farlo sempre con una guida esperta! 

Seljalandsfoss

Seljalandsfoss è una delle cascate più spettacolari dell’Islanda: attrazione imperdibile per chiunque visiti il Paese, è situata nel suddella nazione ed è una tappa sempre più popolare dell’itinerario del Golden Circle.

Facilmente raggiungibile da Reykjavik, Seljalandsfoss permette ai viaggiatori di godere dell’invidiabile opportunità di camminare dietro la cascata stessa, offrendo così una prospettiva e un’esperienza completamente diversa dal solito.

Seljalandsfoss islanda
Seljalandsfoss, una delle cascate più belle al mondo

A proposito: secondo la leggenda dietro la cascata si nasconde un tesoro e si dice che se si è abbastanza coraggiosi da salire fino alla grotta dietro le cascate, lo si può trovare. Per il momento nessuno l’ha scovato ma, in ogni caso, nessuno si è lamentato: il paesaggio avventuroso di cui si può beneficiare è il premio più ambito!

Svartifoss

Anche Svartifoss è una delle cascate più popolari d’Islanda. Alta 20 metri, è il simbolo di un territorio molto attraente che può essere visitato in autonomia, non essendoci di fatto delle visite guidate a Svartifoss.

Svartifoss isalnda
Svartifoss

Famosa soprattutto per le colonne di basalto esagonali che la circondano e che giacciono in frantumi alla sua base, sono proprio queste, molto scure, a dare il nome alla località: Svartifoss significa infatti “cascata nera“.

Modrudalur

Möðrudalur è nota per essere la fattoria più alta d’Islanda, a 469 metri sul livello del mare. Situata a nord del ghiacciaio Vatnajökull, è un luogo quasi mitologico, citato in numerose saghe, come quella di Grettir il Forte.

Oggi naturalmente le cose sono molto diverse da quelle di un tempo, e gli agi e comfort sono sicuramente migliori. Per esempio, si trova il ristorante Fjallakaffi, che serve cibo tradizionale locale, il cui agnello del menu proviene proprio dalla fattoria di Möðrudalur.

Sarà anche possibile acquistare alcuni prodotti tipici dell’artigianato locale, come i classici maglioni di lana islandesi, particolarmente utili per proteggersi dal freddo degli altipiani. 

A Möðrudalur si trova anche una graziosa chiesetta, Möðrudalskirkja, costruita nel 1949 dall’agricoltore Jón A. Stefánsson in memoria della sua defunta moglie.

Parco nazionale di Þingvellir

Þingvellir è un Parco nazionale molto importante per l’Islanda per il suo significato storico e per quello geologico. Istituito nel 1928, è riconosciuto per il suo eccezionale valore universale e inserita nella lista del patrimonio mondiale dell’UNESCO.

thingvellir islanda
L’incrontro delle placche nel parco nazionale di Þingvellir

Il nome Þingvellir significa letteralmente “Pianure dell’Assemblea“, non certo per caso: sul luogo, infatti, fu fondato l’Alþingi, o parlamento islandese, già nel 930, rendendolo peraltro il più antico parlamento operativo a livello mondiale. Il parlamento continuò a riunirsi nei campi del fiume Öxará per 868 anni, fino al 1798. Per questo motivo, molti eventi significativi della storia dell’Islanda si sono svolti qui e gli islandesi lo considerano il luogo di nascita della nazione.

Ciò premesso, Þingvellir offre un ambiente unico, con campi lavici e gole che si susseguono in continuazione: la più grande gola, quella di Almannagjá, segna il limite della placca nordamericana e l’inizio della valle della spaccatura di Þingvellir.

Situato a 40 minuti di auto da Reykjavík, il parco contiene diversi sentieri escursionistici e offre attività come la pesca sportiva, l’equitazione e le immersioni nella fenditura di Silfra.

Laguna Blu

Ultima, ma non certo in ordine di apprezzamento, è la Laguna Blu. Questo incantevole luogo si trova a Grindavik, a breve distanza dalla capitale, Reykjavik, ed è una vera e propria laguna di colore azzurro, che sorge nel mezzo di un campo di pietra lavica, offrendo un rifugio tranquillo per chi è in cerca di relax. 

laguna blu islanda

La Laguna Blu è uno spettacolo da vedere e un luogo meraviglioso per rigenerarsi un po’: le sue acque calde e ricche di minerali non sono solo ideali per una nuotata rilassante, ma sono anche note per le loro proprietà terapeutiche. L’acqua è riscaldata naturalmente dall’energia geotermica ed è sempre piacevolmente calda, con una temperatura compresa tra i 37°C e i 40°C. 

Ricca di zolfo e altre sostanze, è ritenuta curativa per varie malattie della pelle come la psoriasi e l’eczema.