Cosa vedere a Montreal: le attrazioni da non perdere

cosa vedere a Montreal

Seconda città più popolosa del Canada, di cui rappresenta una sostanziale capitale culturale (in contrapposizione al ruolo economico di Toronto), Montreal è una perla da esplorare, da visitare in qualsiasi periodo dell’anno e ricchissima di attrazioni che attendono solamente di essere ammirate e vissute.

Proprio per questo motivo abbiamo cercato di condividere con tutti i nostri lettori una guida completa ai principali luoghi da vedere in questa destinazione.

Aspetta viaggiatore! Non dimenticare la polizza!

Non dimenticare di portare in viaggio un’ottima assicurazione multi-rischio: bastano pochi secondi per un preventivo che può letteralmente salvarti la vita. E costa meno di quello che pensi!
Frontier è solida, sicura ed italiana

Viaggiare in sicurezza a Montreal

È bene sottolineare che sebbene la situazione sanitaria generale sia molto buona, i costi di accesso alle cure sono elevati e che per gli stranieri l’assistenza sanitaria è a pagamento.

Proprio in virtù dell’elevato costo delle prestazioni sanitarie, è fortemente raccomandabile sottoscrivere, prima della partenza, un’assicurazione viaggio per il Canada. La stipula di un’assicurazione sanitaria viaggio permetterà infatti non solo di coprire le spese mediche ma vi garantirà altri importanti garanzie come l’eventuale rimpatrio aereo sanitario del paziente. 

Cosa vedere a Montreal

Tutto ciò premesso, cerchiamo di riassumere che cosa valga la pena vedere a Montreal. Come vedremo, si avrà l’imbarazzo della scelta nel personalizzare il proprio tour in questa bella città del Canada: scopriamo dunque insieme alcune delle attrazioni da non perdere!

Basilica di Notre-Dame

Quando si parla dei migliori monumenti di Montreal, la mente non può che correre subito alla bellissima cattedrale di Notre Dame, maestoso edificio di culto che si trova nel quartiere storico di Vieux-Montreal. 

Basilica di Notre-Dame
La Basilica di Notre-Dame

Edificata nella prima parte dell’800, ha uno stile neogotico che rende molto apprezzabile (e fotografabile!) il suo esterno. Le meraviglie, però, sono in realtà nel suo interno: una volta varcata la soglia di questo edificio, infatti, si viene accolti da una incredibile esplosione di colori che è suggellata dal soffitto di colore blu, decorato con vetrate che raffigurano diverse scene della Bibbia.

Chi ne ha la possibilità e il tempo, può visitare l’edificio intorno alle 18, quando viene organizzato uno spettacolo di luci che esalta ulteriormente la meravigliosa architettura della costruzione. 

La chiesa è aperta tutti i giorni tra le 8.00 e le 16, mentre la domenica l’apertura è posticipata alle 12.30. Il costo per la visita integrale della cattedrale è pari a 10 dollari canadesi (circa 6,80 euro), mentre lo spettacolo di luci costa 25 dollari canadesi (circa 17 euro).

Monte Royal (Mount Royal)

Mount Royal è una collina rocciosa che dà il nome alla città di Montreal, parte delle Collines Montérégiennes, situate tra i monti Laurenziani e gli Appalachi. La collina è in realtà costituita da tre cime, la più alta delle quali è la Colline de la Croix, che è alta 233 metri.

mount royal montreal
Montreal innevata vista dal Mount Royal

La formazione naturale è altresì il sito del Mount Royal Park, uno dei più grandi spazi verdi di tutta Montreal. Originariamente progettato da Frederik Law Olmsted (lo stesso che co-firmò anche il Central Park di New York), fu inaguurato nel 1876.

Vecchia Montreal (Vieux-Montréal)

Vieux Montreal è un quartiere storico della città di Montreal, nel quartiere di Ville-Marie. Buona parte dell’area è stata dichiarata quartiere storico nel 1964.

Oggi Vieux Montreal attra ogni anno tantissimi visitatori, interessati a guardare da vicino quella che è una delle zone turistiche più popolari di tutto il Canada. 

Vieux Montreal
Vieux Montreal al crepuscolo

All’interno di questa area è ad esempio possibile ammirare Place d’Armes, Places Jacques-Cartier o, ancora, la basilica di Notre Dame, che si stima sia visitata ogni giorno da almeno 2.500 persone. 

Nel quartiere si trovano anche diversi musei molto frequentati, come quello di Point-à-Callière.

Museo di Belle Arti di Montreal (Montreal Museum of Fine Arts)

Il Museo di Belle Arti di Montreal è la principale pinacoteca della città. Fondata nel 1860 è oggi il museo più antico della città ed è visitabile liberamente nei tre padiglioni in cui è suddivisa la struttura.

Il primo dei tre padiglioni è in stile Beaux Arts, del 1912, ed espone opere sulla storia nazionale e, in particolare, quelle della regione del Qeuebec. C’è poi un secondo padiglione in stile modernista, del 1991, specializzato in collezioni di arte mondiale. Infine, il padiglione Liliane e David M. Stewart, il più recente, costruito nel 2010, dedicato all’arte canadese.

Visitare il museo è un vero e proprio piacere per gli occhi, e non solamente per gli appassionati di arte. Peraltro, è sufficiente scaricare l’app del museo per avere accesso alle audioguide (disponibili in diverse lingue) che permetterà di attraversare i padiglioni con la giusta consapevolezza di quello che accade all’interno dell’edificio. 

Il museo è aperto tutti i giorni dalle 10 alle 17, ma il mercoledì è prevista un’apertura prolungata fino alle 21. Il costo del biglietto è di 24 dollari canadesi (circa 16,30 euro), ma se si riesce a entrare la prima domenica di ogni mese, il ticket è gratuito.

Giardino Botanico di Montreal (Montreal Botanical Garden)

Terzi giardini botanici più grandi del mondo, quelli di Montreal sono una tappa imperdibile per tutti gli amanti della natura e del verde. Ideali per un’esplorazione solitaria o per una gita con la famiglia, ci si potrà ben sbizzarrire nei 75 ettari di estensione della struttura, in cui sono conservate oltre 20.000 specie e varietà di piante. Si trovano altresì 10 serre espositive, un arboreto e 20 diversi giardini tematici. Insomma, quanto basta per non annoiarsi di certo.

Giardino botanico di Montreal
Japanese Garden, Giardino botanico di Montreal

Vera e propria oasi di relax e pace nella frenesia cittadina, il parco offre diversi luoghi facilmente immortalabili, come quelli allestiti con sculture create con fogli e arbusti, in grado di determinare degli scenari quasi fiabeschi.

Aperto tutti i giorni dalle 9 alle 17 (tranne il lunedì), l’ingresso ha un costo di 21 dollari canadesi (circa 14,20 euro). 

Parc Jean-Drapeau

Il Parc Jean-Drapeau è il più grande parco di Montreal. Situato al centro di Saint-Laurent River, è composto da due isole (Sant’Elena e Notre-Dame, su cui è organizzato ogni anno il Gran Premio di Formula 1 del Canada, sul circuito intitolato a Gilles Villeneuve).

La struttura ha avuto una storia piuttosto vivace, finendo con l’essere usata per l’Expo del 1967. Negli anni ’80, alcuni piani di riqualificazione indussero l’amministrazione a riconvertire alcuni edifici. Per esempio, il padiglione USA divenne una biosfera, mentre quello francese divenne il Casinò di Montreal. Il padiglione tedesco è oggi usato come salone di ricevimento, mentre quello della Tunisia funge da edificio amministrativo per la compagnia del parco.

Quartiere Le Plateau-Mont-Royal

Le Plateau-Mont-Royal è un quartiere situato al centro di Montreal. È oggi una delle aree più creative di tutto il Canada e, peraltro, non è certo un caso che tantissimi artisti e organizzazioni creative si stabiliscano qui, giungendo da ogni parte del Paese, per trovare terreno fertile per coltivare le proprie passioni artistiche.

Le Plateau-Mont-Royal montreal
Tipica casa in stie vittoriano a Le Plateau-Mont-Royal

Si trovano qui, per esempio, il National Theatre School of Canada, il Conservatorio di Musica, il Teatro Quat’Sous o, ancora, il noto studio per lo sviluppo di videogiochi Ubisoft Montreal o l’accesso a diverse aree verfdi come il Parco Mount Royal, il Parco Jeanne-Mance, il Parco La Fontaine e molto altro ancora 

Mercato Jean-Talon

Il mercato di Jean-Talon è la giusta occasione per entrare nel vivo della città e delle abitudini dei suoi abitanti: situato nella Little Italy di Montreal, è infatti uno dei mercati pubblici più antichi di tutta la città, oltre che uno dei più grandi di tutto il Nord America.

mercato jean-talon
Marché Jean-Talon, uno dei mercati più antichi di Montreal

Passeggiare nel mercato di Jean-Talon significa poter partecipare a un vero e proprio viaggio culinario, alla ricerca delle tradizioni e delle innovazioni più recenti. Negozi, bancarelle e altre attrazioni permetteranno di trascorrere piacevolmente una parte della propria mattina. Non mancano peraltro nemmeno ristoranti e altri locali in cui sarà possibile assaggiare alcuni piatti tipici locali.

L’ingresso al mercato è gratuito. Gli orari di apertura sono dalle 7 alle 18 il lunedì, il martedì, il mercoledì e il sabato, dalle 7 alle 20 il giovedì e il venerdì, dalle 7 alle 17 la domenica.

Museo Pointe-à-Callière

Il Museo Pointe-à-Callière è un museo di archeologica e storia fondato agli inizi degli anni ’90 dello scorso secolo come iniziativa per celebrare il 350° compleanno della città. Al suo interno è possibile trovare intere collezioni di antichi manufatti appartenenti alla stessa regione territoriale, divenendo una testimonianza molto importante per capire come le diverse culture hanno vissuto e convissuto qui. 

Con un flusso di visitatori pari a oltre 350.000 persone l’anno, il museo è certamente uno dei principali luoghi di cultura di tutto il Paese, ricevendo numerosi problemi nazionali e internazionali che hanno riconosciuto la sua valenza, ben oltre i confini del Canada. 

Oratorio di San Giuseppe

L’Oratorio di San Giuseppe (o L’Oratoire Saint-Joseph du Mont-Royal) è la chiesa più grande di tutto il Canada. Situata nel quartiere di Westmount di Montreal, è un sito storico di grande importanza nazionale. Nata come piccola cappella agli inizi del ‘900, la basilica è poi cresciuta fino a contenere una chiesa criptica, un museo, giardini e una delle cupole più grandi del mondo.

Oratorio di San Giuseppe
Oratorio di San Giuseppe

Trattandosi di un monumento di fondamentale importanza per Montreal, non stupisce certamente che l’oratorio di San Giuseppe sia una meta fissa per tantissimi turisti e che siano organizzate delle reti di mezzi pubblici per poter giungere in questa destinazione, che si trova al di fuori dei sentieri più battuti, richiedendo così un tour fuori città.

Oltre all’uso dei mezzi pubblici è comunque possibile raggiungere l’oratorio attraverso l’utilizzo dei tour privati, che consentiranno di abbinare la visita a questa meravigliosa struttura a un itinerario personalizzato.

Olympic Park

Il Parco Olimpico di Montreal è una struttura costruita per le Olimpiadi del 1976. Oggi la struttura ospita diverse attrazioni che formano il quartiere dei musei Space for Life, oltre al Planetario Rio Tinto Alcan, lo Stadio Olimpico, il Biodome e, ancora, i giardini botanici e l’insettario situato nel vicino Parco Maisonneuve.

Per visitare ciascuna di queste attrazioni i visitatori possono scegliere di acquistare biglietti individuali: ogni ticket prevede infatti diverse condizioni e differenti immersioni all’interno delle strutture del parco.

Olympic Park
Olympic Park

Per esempio, l’ammissione al Biodome permette, con un unico biglietto di entrare nei cinque ecosistemi presenti nello zoo al coperto, mentre il biglietto per lo Stadio Olimpico comprende l’accesso a una funivia a due livelli lungo la Torre di Montreal. È anche possibile acquistare biglietti per i singoli spettacoli che vengono di frequente organizzati al planetario, o ancora per l’Orto Botanico e l’Insettario, che è invece possibile visitare con un unico ticket integrato.

Biodome de Montreal

Situato all’interno del Parc Olympique si trova il Biodome, un’attrazione che negli anni ha conquistato i favori dei locali e dei turisti: si tratta di ex velodromo che è stato riconvertito in un museo che celebra la vita in diversi suoi aspettati. È infatti una vera e propria oasi naturali che conduce i visitatori in un viaggio interattivo e immersivo tra i 4 diversi ecosistemi del territorio americano in un’esperienza che non potrà che conquistare.

Nella moderna struttura viene infatti riprodotta la foresta tropicale sudamericana, la natura selvaggia laurenziana del Nord America, l’ecosistema marino del Golfo di Saint Lawrence e la regione sub-polare artica e antartica.

Purtroppo, non tutta la struttura è attualmente visitabile per lavori di manutenzione ancora in corso.

Quartiere Latino

Il Quartiere Latino è certamente uno dei quartieri più vivaci e caratteristici di Montreal. Gettonatissimo dai turisti, che sono molto attratti dal suo stile unico, è in realtà una destinazione pressoché obbligata anche per tantissimi locali. D’altronde, qui si possono trovare negozi artigianali, boutique, piccoli birrifici, deliziosi ristoranti e molto altro ancora.

Per chi volesse saperne di più, ricordiamo anche che il Quartiere Latino può dare il suo meglio sia di giorno che di notte. Dopo il tramonto, infatti, la zona si anima di una vivace vita notturna che strizza l’occhio ai più giovani, ma che non sarà certamente di dispiacere ai viaggiatori di tutte le età e compagnie.

Quartiere Latino di Montreal
Quartiere Latino di Montreal

Naturalmente, lo spettacolo maggiore il Quartiere Latino lo dà nella bella stagione. Quando il clima lo consente, infatti, i ristoranti, i bar e i caffè allestiscono delle deliziose terrazze all’aperto che si affacciano sulla strada, costituendo un gradevole approdo per tutti i turisti interessati a riposarsi un po’ davanti a un bel piatto.