Cosa vedere a Osaka: le migliori attrazioni

cosa vedere osaka

Meravigliosa città portuale giapponese, spesso sottovalutata rispetto alle più frequentate Tokyo e Kyoto, una visita a Osaka è in realtà consigliatissima a tutti i viaggiatori che desiderano andare in Giappone scoprendo un lato del Paese diverso, con tante sorprese culturali e storiche.

Prima di partire, però, non dimenticare l’assicurazione viaggio!

Aspetta viaggiatore! Non dimenticare la polizza!

Non dimenticare di portare in viaggio un’ottima assicurazione multi-rischio: bastano pochi secondi per un preventivo che può letteralmente salvarti la vita. E costa meno di quello che pensi!
Frontier è solida, sicura ed italiana

Proprio per questo motivo nelle prossime righe abbiamo cercato di individuare le migliori cose da fare e da vedere a Osaka, se è la prima volta che vi recate in questa destinazione!

Viaggiare in sicurezza a Osaka

Quando ci si prepara per un viaggio a Osaka la prima cosa da fare è l’assicurazione viaggio.

L’assicurazione sanitaria viaggio riveste particolare importanza se si considera che non solo questa copre le spese mediche che sono a carico del paziente in Giappone, ma anche i costi di un eventuale rimpatrio sanitario. Acquistare una solida assicurazione sanitaria è essenziale per viaggiare sicuri in Giappone.

Cosa vedere a Osaka

Castello di Osaka (Osaka-jo)

Il simbolo più riconosciuto e riconoscibile della città è il Castello di Osaka. Contrariamente alle attese, tuttavia, non siamo di fronte al Castello originale, bensì a una copia della costruzione che fu: poco cambia, comunque, in termini di fascino, cura e attenzione alla struttura, che replica quella del XVI secolo, distrutto e ricostruito a causa di diverse battaglie che lo interessarono come protagonista.

castello di osaka
Il Castello di Osaka durante la fioritura dei ciliegi

Diverse le cose da vedere, a cominciare dal parco di ciliegi all’esterno, ai suoi giardini, alle sale con armi e armature. Una visita imprescindibile per chi si reca per la prima volta a Osaka. 

Quartiere di Dotonbori

Dotonbori è il quartiere di Osaka più vivace e moderno, a forte vocazione commerciale e turistica. Costituito da un canale e dalla strada che vi scorre in parallelo, Dotonbori è celebre per la sua vita notturna e per la presenza di bar e ristoranti famosi che attirano i clienti con le loro tipiche insegne illuminate al neon. Tra le più famose c’è il Glico Man, originariamente installata nel 1936 e raffigurante un atleta che corre su una pista blu. 

dotonbori osaka
Le coloratissime e vivacissime insegne a neon che circondano l canale di Dotonbori

Altra insegna molto celebre è quella del ristorante Kani Doraku, che presenta un enorme granchio sospeso, in grado di muovere meccanicamente le chele.

Mercato Kuromon Ichiba

Il mercato Kuromon Ichiba è il mercato del pesce e dei prodotti agricoli più grande di Osaka, situato nel quartiere Namba. Raggiungibile in treno e con una breve passeggiata, dista pochi minuti dalla stazione di Nippombashi e qualche minuto in più dalla stazione di Namba, in direzione est.

Una volta entrati nella struttura, si può comprare la merce in 170 diversi negozi specializzati in pesce, carne e prodotti agricoli. 

Tempio Shitenno-ji

Il Tempio di Shitenno-ji è il tempio più antico del Giappone. Fondato nel 593 dal principe Shotoku Taishi, anche in questo caso è bene rammentare che alcuni degli edifici che costituiscono il complesso di templi sono stati distrutti e poi ricostruiti più volte, tanto che i più recenti risalgono agli anni ’60 e ’70 dello scorso secolo.

Tempio Shitenno-ji osaka
La pagoda del tempio di Shitenno-ji

Buona parte degli edifici sono visitabili gratuitamente, ma per entrare nel tempio interno, nella sala del tesoro e nella pagoda a cinque piani, è necessario pagare un ticket di ingresso. Si tenga anche conto che, per quanto concerne la pagoda, è vietato scattare foto all’interno o dalle finestre.

Umeda Sky Building

L’Umeda Sky Building è uno dei grattacieli più alti e celebri di Osaka. Composto da due torri alte 173 metri, separate tra loro ma congiunte da un osservatorio panoramico posto in cima (il Kuchu-Teien), proprio da qui è possibile osservare la città a 360°, sia di giorno che di notte.

umeda sky building

A proposito di terrazza panoramica, spesso qui si è particolarmente esposti al vento: se dunque si ha intenzione di salire in cima, è sempre meglio portare con sé qualche indumento più pesante.

Sumiyoshi Taisha Shrine

Il santuario di Taisha Shrine è uno dei santuari shintoisti più antichi del Giappone: creato nel III secolo è il capofila di tutti i santuari di Sumiyoshi del Paese ed è rappresentato da una serie di edifici iconici, con le loro forme architettoniche semplici che enfatizzano il concetto di purezza.

Sumiyoshi Taisha Shrine osaka
Taiko Bashi

Il cuore del santuario è lo honden, che custodisce i kami, ed è composto da quattro edifici in legno identici, recintati, con tetti a due falde, di colore bianco-cremisi, a contrasto con i tetti di colore scuro, su cui svettano i chigi. Il santuario è immerso in un bel bosco.

Osaka Aquarium Kaiyukan

L’Osaka Aquarium Kaiyukan è l’acquario più grande del mondo. Qui sono presenti ben 15 vasche di grandi dimensioni, ognuna delle quali rappresenta una zona specifica del Pacifico, con ambienti naturali che sono stati perfettamente ricreati per garantire la vita di più di 600 diverse specie, tra rettili e anfibi, pesci e uccelli, mammiferi e piante.

In particolare, tra le diverse vasche presenti, quella più grande è la centrale, che contiene quasi 5.500 tonnellate d’acque e ospita lo squalo balena, il pesce più grande del mondo.

Parco di Tennoji

Il Parco di Tennoji è un’area verde molto apprezzata dai locali e dai turisti, che qui si recano per fare picnic o giocare ai piedi del grattacielo Abeno Harukas. Il parco ospita anche lo zoo di Tennoji, il giardino Keitakuen e il Museo delle Belle Arti di Osaka.

parco tennoji
Il santuario di Yasui nel parco di Tennoji

Il parco è dunque il luogo ideale per rilassarsi prima di recarsi in una delle tante altre attrazioni di Osaka: si può ad esempio visitare la Torre Tsutenkaku, che si trova a ovest del parco, per avere un assaggio dei quartieri di intrattenimento del Giappone all’inizio del XX secolo.

Museo della Scienza di Osaka

Il Museo della Scienza di Osaka è una struttura museale moderna, dedicata al tema dello spazio e dell’energia. Inaugurato sul finire degli anni ’80 dello scorso secolo, il Museo celebra il centesimo anniversario della città di Osaka ed è composto da quattro piani di mostre scientifiche interattive e immersive, con oltre 200 oggetti.

La collezione di libri e riviste che è qui presente è considerata una delle più complete al mondo.

Museo Nazionale di Arte d’Osaka (NMAO)

Il Museo Nazionale di Arte d’Osaka è un museo sotterraneo sviluppato su quattro piani, di cui tre interrati e uno in superficie. Particolarissimo nella sua struttura esterna, una volta entrati si può ammirare una ricchissima collezione di opere d’arte moderna create dopo la seconda guerra mondiale.

Numerose sono le opere di rilievo globale, come quelle a firma di Picasso e Cezanne. Periodicamente, oltre alle mostre permanenti, vengono allestite anche diverse esposizioni temporanee.

Spa World

Spa World è un parco a tema termale situato nella zona di Shinsekai: qui è possibile trovare bagni termali, saune, aree piscina, ristoranti, aree giochi, palestra, salone di abbronzatura, massaggi, negozio di souvenir e hotel.

Per utilizzare le strutture di Spa World è necessario acquistare un ticket di ingresso al distributore automatico posto all’ingresso dell’edificio. Il prezzo per l’ingresso giornaliero è pari a 1.000 yen (circa 6 euro), che però salgono a 1.300 yen (circa 8 euro) se si desidera utilizzare le strutture del parco durante l’orario notturno, tra le 24 e le 5.

Osaka Museum of History

Il Museo della Storia di Osaka, o Naniwa Rekihak, è una struttura ospitata all’interno di una costruzione molto moderna e dall’organizzazione sicuramente particolare: contrariamente a quanto avviene con la generalità dei musei, infatti, qui la visita inizia all’ultimo piano (il decimo) e non al primo, fortunatamente raggiungibile in ascensore.

La visita procede poi nei piani sottostanti, dove vengono riprodotti i diversi periodi storici attraversati dalla città. Il tour si conclude poi al primo piano, dove trovare negozi di souvenir e un ristorante.