Cosa vedere a Stoccolma: le attrazioni da non perdere

cosa vedere a stoccolma

Per chi ama viaggiare in Scandinavia e nel Nord Europa, Stoccolma rappresenta certamente una meta di imperdibile riferimento: magica e misteriosa, maestosa e austera, la capitale svedese riesce a coniugare perfettamente il tradizionale stile di vita nordico con un’apertura internazionale che può risultare a tratti perfino sorprendente.

Proprio per questo motivo, e per solleticare un po’ di interesse di curiosità in tutti i nostri lettori che stanno valutando se convenga o meno chiudere le valigie alla volta di Stoccolma, abbiamo deciso di dedicare un completo approfondimento su questa meravigliosa località.

Aspetta viaggiatore! Non dimenticare la polizza!

Non dimenticare di portare in viaggio un’ottima assicurazione multi-rischio: bastano pochi secondi per un preventivo che può letteralmente salvarti la vita. E costa meno di quello che pensi!
Frontier è solida, sicura ed italiana

Viaggiare in sicurezza a Stoccolma

Come nostra abitudine, prima di addentrarci nelle tipiche bellezze di questa città, può essere utile condividere alcune informazioni su come viaggiare in sicurezza a Stoccolma.

In tal senso, ricordiamo prima  di tutto che il livello delle strutture sanitarie presenti nel Paese – e soprattutto nella capitale – è piuttosto alto, anche se non sempre è facile per un turista ottenere la giusta assistenza: se infatti è vero che i prodotti da banco sono sempre reperibili, è anche vero che la maggior parte dei farmaci viene venduta esclusivamente su presentazione di una ricetta che deve essere rilasciata da un medico locale e che per fronteggiare delle visite specialistiche i tempi di attesa tendono ad essere piuttosto lunghi. 

Al netto di ciò, ricordiamo anche che i cittadini italiani che si trovano temporaneamente a Stoccolma possono ricevere le cure mediche necessarie previste dall’assistenza sanitaria pubblica locale se in possesso della tessera sanitaria.

Ad ogni modo, prima della partenza è sicuramente utile stipulare una assicurazione viaggio per la Svezia che preveda, oltre alle coperture delle spese mediche che sono generalmente ricomprese in un’assicurazione sanitaria viaggio per la Svezia, anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in altro Paese.

Cosa vedere a Stoccolma

Stoccolma è stabilmente ai primi posti delle migliori città europee da visitare agli occhi dei turisti: all’interno dei confini della capitale, e nei suoi immediati dintorni, sono infatti presenti tantissime attrazioni in grado di alimentare esperienze davvero memorabili.

Che si tratti di qualche giorno di relax o di un viaggio più lungo, poco cambia: a Stoccolma sarà sempre possibile trovare qualcosa che per sé e per i propri compagni di escursione.

Ciò premesso, se è la prima volta che ti rechi a Stoccolma e non sai proprio da dove iniziare, abbiamo di seguito predisposto una mini guida, di pratica consultazione, che ti toglierà da ogni impaccio!

Gamla Stan (Città Vecchia)

Quando si tratta di visitare Stoccolma, non è certamente un caso che la maggior parte delle guide puntino a Gamla Stan, la città vecchia, come luogo di partenza. 

Gamla Stan è infatti il centro storico di Stoccolma: fondata nel 1200, è un’area perfetta per respirare la cultura cittadina, il cuore pulsante di tutta la Svezia, in un contesto che è costantemente in equilibrio tra il passato e il presente.

città vecchia stoccolma
La Città Vecchia di Stoccolma

La zona è ricca di ristoranti di qualità, cafè e boutique originali, divenendo così un ottimo posto per un assaggio della classica Stoccolma, sempre più aperta al turismo internazionale. 

Palazzo Reale di Stoccolma (Kungliga Slottet)

Situato in prossimità della città vecchia, il Palazzo Reale di Stoccolma è un imponente edificio che risale al 18° secolo e costituisce tuttora la dimora  ufficiale del re di Svezia. 

palazzo reale stoccolma
 La residenza ufficiale della Monarchia svedese

Il palazzo è in parte visitabile: si possono dunque trascorrere delle ore girovagando nelle sale aperte al pubblico ed esplorando la complessa bellezza architettonica di cui si può godere al suo interno.

Passeggiando tra i corridoi sarà facile innamorarsi delle opere d’arte d’epoca qui presenti e in grado di rappresentare una sorta di attrazione nell’attrazione. 

Museo Vasa

Il Museo Vasa è una struttura museale dedicata a Vasa, un’imponente imbarcazione che affondò nel 1628 nel suo viaggio inaugurale. Per nostra fortuna, però, la nave da guerra fu recuperata dopo ben 33 anni sul fondo del mare, e restaurata con attenzione e passione, permettendo a tutti coloro che lo vorranno (appassionati e non) di poter ammirare quello che è un fantastico pezzo di storia svedese.

Oggi il museo accoglie diverse esposizioni che raccontano la storia del Vasa. Sono inoltre disponibili audioguide in diverse lingue, visite guidate e la proiezione continua del film sul Vasa e di una pellicola per bambini dal titolo Il maialino del Vasa, compreso nel prezzo del biglietto.

Si trova poi all’interno del museo un negozio in cui comprare qualche souvenir, così come un ristorante particolarmente apprezzato che serve un menu vario e in grado di accontentare tutti i palati.

Municipio di Stoccolma (Stadshuset)

Il Municipio di Stoccolma è uno dei monumenti più facilmente riconoscibili – e più importanti – della città. Famoso per essere il luogo in cui si svolgono ogni anno le attribuzioni dei premi Nobel, può essere visitato in buona parte. Si può per esempio fare un giro nelle sue sale principali e, naturalmente, si può salire anche sulla torre adiacente: una volta giunti in cima, la vista su Stoccolma ripagherà di ogni sforzo e di ogni eventuale attesa.

Municipio di Stoccolma
Municipio di Stoccolma

Il Municipio è situato sulla punta orientale dell’isola di Kungsholmen e deve la sua costruzione alla decisione del consiglio comunale locale del 1907, quando si scelse di edificare una nuova struttura municipale proprio laddove prima sorgeva il mulino Eldkvarn, distrutto dalle fiamme trent’anni prima. Dopo alcune selezioni fu scelto il progetto dell’architetto Ragnar Ostberg, che modificò poi i propri piani originari attingendo dalle idee di un altro architetto che era in corsa per quell’incarico, Carl Westman.

La costruzione, iniziata nel 1911, durò complessivamente 12 anni, richiedendo l’impiego di 8 milioni di mattoni rossi. 

Museo ABBA

Il Museo ABBA, come suggerisce il nome, è il Museo dedicato a una delle band più iconiche di tutta la Svezia (e non solo). Si tratta di una struttura di riferimento per tutti i fan di questo gruppo svedese e più in generale della musica popolare nazionale. 

All’interno dell’edificio non sono ammesse foto, ma questo non è – in fondo – un gran peccato: ci sarà anzi l’opportunità per immortalare ancora meglio (ma nella propria mente) quello che il Museo ha da offrire. 

A proposito: il Museo è sempre piuttosto affollato. Meglio dunque prenotare in anticipo online i propri biglietti al fine di non trovarsi impossibilitati ad acquistare un ticket al momento del bisogno. 

Skansen

Skansen è il Museo all’aperto più antico del mondo e, sicuramente, una delle cose migliori da fare a Stoccolma se sei amante della cultura e della storia. È lo stesso aspetto del Museo a costituire buona parte del suo fascino, in grado di rappresentare una sorta di viaggio indietro nel tempo, un’immersione anche fisica nella Svezia di un tempo.

skansen stoccolma
Tipica casa in legno svedese

Al suo interno non mancano le cose da ammirare: il museo ospita infatti uno zoo e diversi distretti che replicano quello che avveniva in Svezia tanto tempo fa. 

Fotografiska Museet

Fotografiska Museet è un museo di fotografia contemporanea che vale sicuramente la pena di visitare se si ha qualche giorno di tempo da trascorre nella capitale svedese.

All’interno dell’edificio è infatti possibile ammirare diverse mostre di valore mondiale e, considerato che l’edificio è aperto anche dopo cena, lo si può utilizzare anche come luogo dove poter trascorrere una passeggiata rilassante in tarda serata. 

Djurgården

Djurgården è la terza isola più grande di Stoccolma: un’area verde molto importante, un vero e proprio polmone il cui nome significa il giardino degli animali e… non è certamente un caso: Johan III nel 1500 fece infatti qui istituire il primo zoo di Stoccolma, permettendo a alci, renne, cervi e non solo di prosperare. 

Successivamente, verso la fine del 1600, il re Karl XI decise però di istituire qui una riserva di caccia reale. Venne poi gradualmente offerto a diversi diplomatici stranieri di costruire le proprie residenze nell’isola, con un’eventualità ben sfruttata da diverse famiglie reali che non si lasciarono certamente sfuggire l’opportunità di costruire dei castelli da eleggere come prime o seconde residenze.

Oggi l’isola è di proprietà della famiglia reale svedese. Nel 1995 è divenuta parte integrante del primo parco nazionale al mondo ad essere quasi interamente racchiuso all’interno dei confini cittadini, l’Ekoparken.

Per quanto concerne le principali attrazioni da ammirare e da visitare qui, citiamo il Museo Vasa, il Museo all’aria aperta di Skansen e il Museo degli Abba. 

Museo Nazionale di Stoccolma (Nationalmuseum)

Il Museo Nazionale di Stoccolma è una struttura museale che custodisce un interessante patrimonio artistico di ribalta internazionale: a titolo di esempio, sono qui custodite opere di Rembrandt e El Greco, di Renoir e Gauguin. 

Ospitato all’interno di un bell’edificio in stile rinascimentale, il Museo espone numerose opere d’arte, buona parte delle quali sono state donate dalla nobiltà svedese e dal re Gustavo III. Oltre alla vasta collezione di opere pittoriche, sono qui presenti sculture classiche esposte nel patio interno, oggetti in porcellana, arazzi, fotografie, incisioni. Alle pareti del museo, gli affreschi che raccontano la storia dell’arte svedese.

Ricordiamo che il museo è visitabile tutti i giorni tranne il lunedì, dalle 11 alle 19 (il giovedì prevista una chiusura ritardata alle 21). L’entrata è gratuita e la struttura è agevolmente connessa con tutte le principali linee di autobus. A poche centinaia di metri è inoltre possibile visitare il Palazzo Reale e il Moderna Museet.

Mercato di Östermalmshallen

Östermalmshallen è lo storico mercato coperto di Stoccolma, un luogo fondamentale per scoprire e riscoprire la storia e la cultura culinaria della capitale svedese. Affascinante e ben conservato nonostante i suoi oltre 130 anni di storia, il mercato è stato restaurato pochi anni fa e si trova in uno dei quartieri più elevati della città, Östermalm.

La ristrutturazione (iniziata nel 2016 e terminata nel 2020) non ha stravolto le caratteristiche originarie dell’edificio e il valore storico per Stoccolma, conservando così la sua magica atmosfera di un tempo e ricreando accuratamente la pianta originaria a forma di stella dell’edificio del 1888. Vengono inoltre mantenuti intatti i dettagli originali della struttura, dai colori alle sculture, dai fregi ai dipinti. 

Naturalmente, non sono mancate le novità. È stata per esempio cambiata la disposizione dei servizi in modo più funzionale, spostando i ristoranti lungo il perimetro del mercato. Sono inoltre stati compiuti importanti sforzi per l’eco-sostenibilità ed è stato realizzato un collegamento con un edificio vicino che dovrebbe diventare una struttura ricettiva. 

Drottningholm Palace

Il Drottingholm Palace è uno dei più grandi edifici visitabili a Stoccolma, un luogo da non perdere in città. Patrimonio mondiale dell’UNESCO, è il Palazzo Reale del XVII meglio conservato di tutta la Svezia, preziosa eredità architettonica per tutta l’Europa. 

Drottningholm Palace

L’edificio fu commissionato dalla regina Edvige Eleonora all’architetto Nicodemus Tessin il Vecchio, costruito secondo i canoni francesi. Nel corso della sua lunga storia, però, il palazzo è stato modificato più volte, permettendo a tutte le famiglie reali di adattarlo sui propri gusti personali.

La residenza permanente del re e della regina si trovano attualmente nella parte sud. Il resto dell’edificio e dei giardini sono invece visitabili attraverso delle visite guidate, tutti i giorni dalle 10 alle 17.

Uppsala Cathedral

La cattedrale di Uppsala è un edificio religioso costruito in un lungo periodo di tempo iniziato nel 1270. La consacrazione avvenne tuttavia solo nel 1435, mentre le torri della chiesa furono aggiunte ancora dopo, nel XV secolo. L’edificio ha comunque subito diversi importanti restauri nel corso della sua storia e il fatto che la chiesa di Svezia sia divenuta evangelica luterana nel 1500 ha evidentemente avuto un profondo impatto sull’aspetto della cattedrale. 

L’edificio religioso ha avuto un ruolo centrale nella storia del Paese. Fino al 1719, ad esempio, molte incoronazione avvenivano proprio nella cattedrale, che è oggi correntemente utilizzata per i servizi, ogni giorno, tutto l’anno. Diverse persone importanti sono inoltre state sepolte qui, come il re Gustav I o il re Johan III, insieme alle loro regine. Troviamo inoltre il botanico Carl Linnaeus, Emanuea Swedenborg, Natan Soderblom.

cattedrale di uppsala stoccolma
La Cattedrale di Uppsala

Tra le principali attrazioni della cattedrale troviamo le reliquie di Sant’Erik, santo patrono della Svezia, una pala d’altare medievale di Sant’Anna e il pulpito barocco del XVIII secolo. Sulla torre nord della cattedrale si trova poi Skattkammaren, che ospita una delle migliori collezioni europee di tessuti per chiese medievali, con esposizione dell’abito dorato della regine Margherita, unico abito da sera conservato al mondo del Medioevo, e gli abiti Sture, unico abbigliamento da uomo completo che sopravvive al Rinascimento.

L’edificio è aperto tutti i giorni, dal lunedì alla domenica, dalle 8 alle 18.